Materiale base per disegnare

oh là….mi è venuto in mente che non ho mai scritto nulla riguardo i materiali base per disegnare!. Matite, fogli, gomme e temperini sono spesso dati per scontati ma in realtà è necessario munirsi di pazienza e cercare materiali che siano buoni e adatti alle vostre esigenze…si, ad ogni mano la sua matita!.

Prima di tutto evitate di comprare materiali scadenti fatti in Cina, magari spendete poco li per li, ma con il passare del tempo vi renderete conto che usare materiali scarsi è decisamente controproducente!. Le matite scadenti si rompono facilmente e sarà inutile fare tremila volte la punta, tanto cadrà sempre! Le gomme?…beh, non so voi ma io non sopporto gli striscioni neri sul foglio, causati da una gomma che non cancella ma sparge solo la graffite; i temperini…non ne parliamo! matite rovinate a vita da lamette poco affilate che non temperano, sbriciolano letteralmente.

Per non stare solo qui a criticare, ho deciso di aiutarvi con qualche esempio:

Le migliori matite che io abbia mai provato sono certamente le Faber-Castell, perfette per il disegno artistico, hanno la giusta durezza e a me piacciono molto perché sono particolarmente precise. Anche le Staedtler sono tra le migliori matite che io abbia mai provato, precise e adatte al disegno tecnico ma utilizzabili tranquillamente anche per disegni artistici. Le Dewent sono considerate tra le migliori matite da disegno, ma vi avverto, sono più morbide…considerate che una Derwent H è all’incirca come una HB della Faber-Castell.

Quelle che vi ho elencato sono ottime marche reperibili anche molto facilmente in qualsiasi negozio di hobbistica o cartoleria. Delle stesse marche potete trovare anche le gomme e i temperini, sempre ottimi.

In negozio potrete provare le matite, ma solo utilizzandole a casa vi renderete conto di che tipo di mano avete, se leggera o pesante, se strisciate il lato del palmo o meno. Quando avrete trovato la vostra marca preferita, allora potrete comprare un set di matite in scala di durezza: generalmente si comincia con una matita HB, una 2 B e una 4 B, potete anche esagerare e prendere una 6 B. La durezza della matita vi servirà a creare effetti di ombre, e mi raccomando, non fate l’errore di spingere sul foglio di carta per rendere il segno più marcato…rovinerete solo il foglio e la grana che, una volta schiacciata diventerà lucida e non terrà più la graffite, quindi non riuscirete più a scurire l’ombra….mantenete un tratto abbastanza leggero per ogni strato e cambiate il tipo di matita quando dovete scurire l’ombra.

Se le matite non vi bastano e volete fare lavori più particolari, vi consiglio un bel set da disegno con matite, carboncini, sanguigna e magari anche gessetti…vedrete che non vi annoierete!. All’inizio non esagerate con i set con troppi elementi perché non vi servono, potete però prendere un bel set di colori a pastello (io consiglio sempre i Faber-Castel o i Caran D’ache) con i colori primari, il nero e qualche altro colore difficile da realizzare. Esistono anche pastelli acquerellabili, bellissimi e luminosissimo, perfetti per realizzare lavori meravigliosi.

Per quanto riguarda temperini e gomme, potete ovviamente comprarli delle stesse marche elencate qui sopra…sono sicuramente di ottima qualità, quindi non dovrete preoccuparvi di strisciate nere e matite rotte o rovinate.

Torta di grano saraceno e frutta secca mista

Ciao a tutti^^…finalmente mi sono decisa: ho creato la categoria cucina!. In questi ultimi due anni mi diletto, ogni tanto, a creare dolci…amo specialmente le torte rustiche, quelle da colazione, soffici e gustose, ma non eccessivamente dolci…perfette per la colazione e la merenda, mmhhh *_*.

Oggi vi parlo di una torta che a me piace molto, purtroppo quest’anno non l’ho ancora fatta ed eviterò di farla per un po’ XD, visto che mi sono messa a dieta!. è Un dolce molto semplice, perfetto per una merenda sfiziosa, è abbastanza ricca quindi non esagerate con le fette ^_*!!.
Dunque cominciamo con gli ingredienti:

Ingredienti:
210 gr di burro
250 g di zucchero
6 uova
250 g di farina di grano saraceno
250 g di farina di mandorle o mandorle tritate finemente
1/2 bustina di lievito in polvere per dolci
noci, nocciole, mandorle e frutta secca assortita a piacere
zucchero a velo, per decorare
un pizzico di sale

Preparate gli ingredienti e metteteli da parte, a portata di mano ^^, fate sciogliere il burro lavorandolo, oppure, se volete fare prima potete metterlo nel microonde ^^, attenti a non farlo sciogliere tutto però!. Lavorate bene poi il burro con lo zucchero, cercate di amalgamare bene i due ingredienti, quindi passate ai tuorli d’uovo, lasciando da parte gli albumi, aggiungeteli uno alla volta i tuorli e lavorate il composto tra l’un e l’altro fin quando il tutto non sarà morbido e il più possibile uniforme.

Aggiungete le farine un po’ alla volta e lavorate ancora l’impasto, aggiungete il lievito e lavorate….mi raccomando, più lavorate la pasta e meglio verrà la vostra torta, quindi abbiate pazienza e imparate ad amare quell’impasto che, probabilmente vi farà venire un po’ di male ai polsi XD (io lavoro quasi sempre a mano). Non devono esserci grumi. potete aggiungere nocciole, noci e mandorle spezzettate a piacere ^^, nella ricetta originale non le mette ma io ho preferito così, quindi non è obbligatorio ma a me è piaciuta molto con le nocciole nel mezzo ^^.

Montate gli albumi a neve ferma, potete farlo anche a mano ma è un lavoro un po’ stancante e lungo quindi se avete una frusta elettrica, usatela!!. Una volta che avrete montato gli albumi uniteli all’impasto e lavorate, dovrete lavorare delicatamente per non smontare le uova e cercate di mescolare sempre nello stesso verso! Mentre lavorate l’impasto pensate al fatto che, più aria incorpora l’impasto più sarà soffice la torta ^^.
Aggiungete un pizzichino di sale, quindi scaldate il forno a 180 gradi, imburrate uno stampo per torte di circa 28 cm di diametro e mettete l’impasto all’interno. Stendete bene l’impasto e mettete sopra nocciole, noci e mandorle, tutte spezzettate ^^.

Quando il forno sarà ben caldo potete infornare la vostra torta, tenetela in forno per almeno una mezz’ora (il tempo che serve per farla lievitare), a questo punto, la vostra torta non sarà ancora cotta, ma assicuratevi, con l’aiuto di un coltello o di uno spiedino di legno, a che punto è della cottura: infilate la lama del coltello al centro della torta, se esce ancora sporco, vuol dire he la torta non è pronta!. Rimettetela in forno, io vi consiglio di controllarla ogni 10 o 15 minuti, dipende a che punto stava quando l’avete tirata fuori la prima volta. So che sembra una cavolata ma ogni forno lavora a modo suo…io ho un forno che ogni tanto si spegne pure se non l’ho fatto scaldare bene, quindi non abbiate fretta, la prima volta stateci dietro e controllatela spesso dopo la prima mezz’ora, non prima…altrimenti non lieviterà e si sgonfierà!.
Io la tengo in forno un’ora circa ed esce perfetta, anche se la ricetta originale parla di 35/40 minuti.

Quando sarà ben cotta, sfornatela e lasciatela intiepidire, quindi spolverate lo zucchero a velo e servite ^^. Purtroppo la bellissima foto che ha fatto mia sorella alla torta è andata persa, quindi dovrete accontentarvi di una foto presa da internet! io l’avevo decorata anche con una bella rosellina di pasta di zucchero, ma ovviamente non è obbligatorio ^^.

Buon appetito!.

null